Stato lavori Progetto PROVALSOK

PRO.VAL.SOK – Aggiornamento luglio 2014

 

Il progetto è nel pieno del suo svolgimento:

 

Costruzione di un sito di trasformazione e riciclaggio di rifiuti

Il sito è entrato in funzione durante il mese di maggio 2014. La struttura consiste in un'unità di trasformazione della materia organica, un'unità di trasformazione delle materie plastiche, un'area di scarico dei rifiuti da trasformare, un ufficio/alloggio guardiano e servizi igienici.

In termini infrastrutturali il sito mancava di un recinto per gli asini impiegati per la raccolta dei rifiuti. In effetti nell'esecuzione delle attività di raccolta ci si è resi conto che sarebbe più efficiente gestire gli animali sul sito invece di affidarne la cura ai carrettieri. I lavori, resi possibili da economie fatte su altre linee di budget, sono quasi terminati.

Persiste il problema dell'elettrificazione della zona, non ancora effettuata dal Comune. L'equipe della CPS è quindi impegnata nella ricerca di fondi da destinare ai lavori attraverso fondazioni o finanziatori pubblici.

In  termini di equipaggiamento si sta procedendo alla raccolta delle informazioni necessarie all'acquisto dei macchinari destinati alla trasformazione delle plastiche.

 

5 giugno: Giornata Mondiale dell'Ambiente

Grazie alla collaborazione della municipalità di Sokone e al dinamismo della presidente del comitato di gestione del mercato di Sokone, si è svolta il 5 giugno la mobilizzazione dei commercianti della zona mercato per un'azione simbolo di pulizia dei luoghi pubblici.

La giornata ha riscontrato una buona partecipazione ed è stata un'occasione importante per sensibilizzare ancora una volta la popolazione sui temi legati alla preservazione dell'ambiente attraverso una buona gestione dei rifiuti.

 

Creazione e formazione di un equipe di gestione del sito di trasformazione

In collaborazione con il direttivo del GIE JOKKOO partner del PRO.VAL.Sok si è proceduto durante il mese di maggio al reclutamento di sei persone addette alla trasformazione dei rifiuti.

Ai sei agenti si aggiunge un guardiano reclutato durante il mese di aprile.

Sempre durante il mese di maggio si è proceduto ad un modulo di formazione in tecniche di trasformazione del compost, tenuto da un formatore di un centro agricolo finanziato dalla CARITAS. Dopo la formazione il formatore ha tenuto 5 incontri con cadenza quindicinale per controllare il prodotto fino all’imballaggio.

All’intensificarsi delle piogge, il formatore presenterà anche una tecnica di trasformazione a cielo aperto e a contatto con il suolo per approfittare della disponibilità di acqua.

 

Gestione del sistema di raccolta e trasformazione

Il sistema di raccolta della differenziata presso le famiglie partecipanti presenta alcuni problemi.

I comitati di quartiere lamentano la reticenza di alcune famiglie nel pagamento della quota di raccolta di 1000 Fcfa.  Inoltre molte famiglie preferiscono utilizzare solo uno dei secchi distribuiti per la spazzatura destinando il secondo ad altri utilizzi, falsando così il sistema di differenziata.

Diversi incontri si sono tenuti con i comitati e con i carrettieri per ricordare i ruoli di ognuno e il rispetto delle regole del progetto e su richiesta di questi ultimi è stata scritta una lettera cofirmata dal sindaco e dal servizio di igiene e indirizzata alle famiglie in cui si fa riferimento agli impegni presi dal progetto e da quelli presi dalle famiglie tramite la firma del contratto di adesione, lasciando al servizio di igiene il compito di sanzionare coloro che non lo rispettano.

In seguito alla lettera, i comitati hanno riscontrato un miglioramento nei pagamenti ma le famiglie continuano a non rispettare il sistema di differenziata (sicuramente ambizioso in Senegal !! )

 

Due ateliers di formazione per insegnanti

Durante il mese di aprile si sono tenuti due incontri di preparazione degli ateliers, con una selezione di insegnanti provenienti dalle otto scuole elementari di Sokone.

Gli ateliers sono stati intesi come incontri di preparazione e elaborazione di laboratori teorici/pratici da tenere nelle scuole con i bambini. Durante i due incontri si è proceduto a:

scegliere il target (numero, classe, etc)

elaborare contenuti idonei al target

fissare un calendario per i laboratori

 

SI è deciso di strutturare gli interventi tramite due laboratori  di cui uno pratico e uno teorico.

 

Per il teorico sono stati scelti i seguenti contenuti:

Brainstorming sul concetto rifiuti

Diversi powerpoint sui concetti base

Un cartone animato

Giochi sui concetti base 

 

Per il pratico:

Powerpoint sul riciclaggio

Video sul riciclaggio

Trasformazione pratica delle bottiglie di plastica in oggetti da riutilizzare

 

Dal 30 maggio al 20 giugno si sono tenuti nelle otto scuole i 16 laboratori che hanno visto la partecipazione di circa 280 bambini.

In molte scuole si è notato un vero interessamento e coinvolgimento degli insegnanti, in altre una presenza più passiva. La partecipazione degli alunni è stata molto positiva e ha permesso all’equipe che ha tenuto gli incontri di valutare quanto sia utile passare per le scuole per una buona sensibilizzazione dei più giovani. 

L’obiettivo è quello di siglare un accordo con il Comitato dei Direttori per la tenuta dei laboratori anche nei prossimi anni. Il problema si pone in termini di materiali avendo il progetto messo a disposizione un kit per la gestione delle attività e in termini di elettricità essendo alcune scuole sprovviste, problema ovviato con il gruppo elettrogeno della CPS. 

 

8 azioni di set-setal

L’equipe di progetto ha collaborato con i comitati di quartiere per l’organizzazione dei set-setal (incontri per la pulizia di luoghi pubblici). Gli stessi hanno proposto di tenere i primi quattro nella stessa giornata in quattro siti diversi. Alla fine delle operazioni è stato impiantato un divieto di deposito dei rifiuti.

La partecipazione a questi incontri non è stata massiva, su alcuni siti si è riscontrata la sola presenza dei comitati di quartiere o dei membri del GIE, mentre in altre si è visto un maggiore afflusso ma comunque non soddisfacente. I comitati affermano di aver adeguatamente informato gli abitanti dei quartieri e che spesso gli stessi “boicottano” tali iniziative non volendo pulire depositi di rifiuti creati da chi non partecipa ai progetti di raccolta, ovvero chi non paga per la propria spazzatura.

Per i restanti quattro incontri si è deciso quindi di cambiare strategia e di coinvolgere i giovani promuovendo un torneo di calcio a quattro squadre, parallelo ai set-setal,  durante i week end di giugno. In questo caso si è vista una maggiore partecipazione dovuta anche alla presenza delle squadre nei momenti di pulizia.

 

Attività in programmazione

Campagna radio: presi i primi contatti con la radio di Sokone, a cui sono stati sottoposti dei termini di riferimento. Si aspetta in risposta un’offerta tecnica e finanziaria.

Reportage: presi i primi contatti con un'equipe di giovani che si occupa di audio/video. 

Studio su relazione salute/rifiuti: in collaborazione con il servizio di igiene si sta procedendo alla strutturazione di un documento di riferimento sulla relazione tra salute e rifiuti.

Acquisto macchinari per plastiche: Si procede ad un primo contatto con fabbriche italiane che producono macchinari per il trattamento delle plastiche. Non avendo previsto l’opzione dell’acquisto all’estero  si rischia un allungamento nei tempi di acquisto e di consegna.

 

AFFILIAZIONI

5X1000 ALLA CPS

Codice Fiscale 82009620632

INDIRIZZO

Via S. Vincenzo, 15 80053 Castellammare di Stabia (NA)

CONTATTI